Marijuana in casa Torino, il balcone non è stata la scelta migliore

Le piante, poste sotto sequestro, saranno ora sottoposte ad analisi al fine di quantificarne il principio attivo e la quantità di sostanza stupefacente ottenibile

800px-Marijuana_growing_Islamabad_01Aveva allestito nella sua abitazione una piccola coltivazione di marijuana, peccato però che la location scelta fosse un po’ troppo in vista per non essere notata: il balcone di casa che si affaccia su una trafficata via del popoloso quartiere Santa Rita a Torino.
Secondo quanto spiegato, è così che una pattuglia della Guardia di Finanza di Torino, impegnata nella consueta attività di prevenzione coordinata dalla Sala Operativa provinciale per il “Servizio 117” di pubblica utilità, ha denunciato un italiano 36enne per detenzione di stupefacenti. La coltivazione “alternativa” ideata dall’uomo era così in bellavista allo sguardo dei passanti e degli stessi Finanzieri, che non sarebbe stato sicuramente possibile scambiarla per piante ornamentali.
I Finanzieri del Gruppo Torino, unitamente alle Unità Cinofile, hanno così perquisito il piccolo appartamento del trentaseienne, dipendente di una stazione di servizio e già noto alle forze dell’ordine quale assuntore di stupefacenti.
In base a quanto appurato, oltre alle piante di marijuana all’interno del monolocale è stata rinvenuta anche una modica quantità di hashish. Le piante, poste sotto sequestro, saranno ora sottoposte ad analisi al fine di quantificarne il principio attivo e la quantità di sostanza stupefacente ottenibile. L’uomo è stato denunciato alla procura della Repubblica.
Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here