Maxi evasione Asti, Gdf denuncia azienda per 2 milioni di euro

GDF_foto_darchivio-300x225E’ successo ieri mattina a Nizza Monferrato, in provincia di Asti. I finanzieri hanno scoperto una maxi evasione fiscale da 2 milioni di euro che li ha portati a denunciare un’azienda operante nel settore del commercio di carne all’ingrosso. A portare le Fiamme Gialle sulle tracce dell’evasore, riferiscono gli uomini della Gdf, le procedure irregolari della dichiarazione di bancarotta portate avanti con la complicità di una società in affari con quella ispezionata.

 

Dalle indagini è emerso che il commerciante non aveva mai pagato le tasse dall’apertura dell’attività e né aveva mai versato l’iva. A suo carico, i finanzieri hanno determinato circa 2 milioni di euro di ricavi non dichiarati e circa 190 mila euro di iva non versata.

 

Secondo quanto riferito dagli uomini delle Fiamme Gialle, al momento dell’ispezione della sede dell’azienda, è stata rinvenuta una documentazione contabile insufficiente e frammentaria, totalmente fuori norma. Inoltre, nel corso della mattinata, sono stati ritrovati in loco documenti contabili riconducibili ad una società fantasma, con cui l’azienda ispezionata condivideva i locali e il medesimo settore di attività.

 

All’ispezione, secondo quanto emerso, è seguita un’attività di verifica economico-fiscale che ha consentito di verificare i presunti fornitori. Nonostante le lacune della contabilità aziendale, infatti, i finanzieri sono riusciti a risalire a coloro che hanno intrattenuto rapporti con l’azienda fraudolenta. Le Fiamme Gialle riferiscono che è stata applicata la procedura prevista in questi casi: sono dunque stati inviati ai fornitori indagati questionari finalizzati a quantificare i costi sostenuti e a determinare i guadagni mai dichiarati dell’azienda ispezionata.

 

I responsabili della società sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per omessa dichiarazione dei redditi, violazione degli obblighi e delle norme relativi alla contabilità irregolare nonché bancarotta fraudolenta, legata all’esistenza della società fantasma scoperta dai finanzieri.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Truffa sovvenzioni europee Cuneo, denunciato un imprenditore

Truffa Moretta Cuneo, badante si fa palpeggiare da 82enne per avere eredità

Evasione fiscale Settimo Torinese, grossista di abbigliamento fa nero per 24 milioni di euro, non paga imposte per 11 milioni e licenzia 60operai

Vera Prada