Maxi operazione antidroga e prostituzione Torino, arresti e “pizzini”

Il gruppo criminale avrebbe gestito un notevole traffico di cocaina e marijuana e avrebbe sfruttato 7 ragazze, delle quali 4 dell’est Europa

CarabinieriI Carabinieri della Compagnia di Torino Mirafiori hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Torino, nei confronti di 8 indagati (5 cittadini albanesi, 1 cittadino marocchino e 2 italiani) ritenuti responsabili, a vario titolo, di spaccio di droga, sfruttamento della prostituzione ed evasione.
Secondo quanto spiegato, nel corso delle indagini – coordinate dal Gruppo Sicurezza Urbana della Procura di Torino – sono state già arrestate 5 persone e sequestrati 3 kg di marijuana, una pistola semiautomatica calibro 7,65 e 41mila euro in denaro contante.
In base a quanto appurato, il capo dell’organizzazione era detenuto, al momento delle indagini, ai domiciliari in un’Associazione di Volontariato e nonostante le prescrizioni e i divieti, l’uomo avrebbe incontrato il suo Luogotenente, i suoi fedelissimi e avrebbe ricevuto dall’esterno le informazioni “riservate” tramite i pizzini.
Gli arresti non sono avvenuti all’interno dell’Associazione. Il gruppo criminale avrebbe gestito un notevole traffico di cocaina e marijuana e avrebbe sfruttato 7 ragazze, delle quali 4 dell’est europeo, solite prostituirsi nell’area sud della città di Torino, e 3 ragazze italiane. Quest’ultime venivano portate in tour in varie città italiane per soddisfare le richieste dei clienti più esigenti (Lecce Milano, Genova e Roma). Le indagini hanno dimostrato come i ruoli all’interno dell’organizzazione fossero ben definiti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here