Mercato ambulanti piazza Bengasi Torino, sospesa la Tares

Il Comune di Torino ha momentaneamente cancellato la nuova Tares per gli ambulanti del mercato di Piazza Bengasi. Ieri mattina la giunta comunale ha dato l’ok alla proposta dell’assessore al Bilancio e ai Tributi Gianguido Passoni.

.

Lo storico mercato, temporaneamente spostato in via Vigliani per i lavori della Metropolitana, potrà così usufruire di un’agevolazione del 100% sulla tassa per la raccolta rifiuti. Una sorta di “compensazione” per i disagi dovuti allo spostamento e al cantiere.

.

“Alla luce dei protrarsi dei disagi e valutate le richieste delle associazioni che rappresentano le categorie del commercio – spiega l’assessore al Bilancio e ai Tributi, Gianguido Passoni – è stata riconsiderata l’agevolazione che era stata definita nella misura del 50 per cento per il commercio ambulante e ora porta al 100 per cento del tributo sui rifiuti e i servizi per l’anno 2013”.

.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Pagamento seconda rata Imu dicembre 2013, analisi costi, problemi sulle coperture, dichiarazioni

Legge di Stabilità ottobre 2013, analisi e spiegazioni punto per punto, comprensibili a tutti

Aumento Iva al 22% dal 1° ottobre 2013: perché, paragoni nel mondo e dettagli comprensibili a tutti

Uscire dall’euro per ritornare alla lira: analisi sulle conseguenze tra debito pubblico, svalutazione, riduzione delle tasse e aumento degli stipendi

Referendum contro l’euro, posizioni e risultati in Italia, Francia, Inghilterra, Germania e Grecia

Di Redazione

Fonte: comune.torino.it