Morosità incolpevole Carmagnola, via libera al fondo

Dal 12 febbraio al 30 aprile sarà possibile presentare domanda di accesso al fondo sociale per morosità incolpevole, per l’anno 2017, da parte degli inquilini delle abitazioni di edilizia sociale di proprietà comunale o dell’ATC

Dal 12 febbraio al 30 aprile sarà possibile presentare domanda di accesso al fondo sociale per morosità incolpevole, per l’anno 2017, da parte degli inquilini delle abitazioni di edilizia sociale di proprietà comunale o dell’ ATC che rispettino i requisiti previsti dal bando. Il fondo sociale è un contributo economico, rivolto ai residenti nelle case di edilizia sociale, che la Regione Piemonte concede ai cosiddetti morosi incolpevoli, volto a coprire parte della morosità maturata sull’affitto. In caso di approvazione della domanda, il contributo sarà erogato entro l’anno successivo alla richiesta. Possono fare richiesta di accesso al fondo i soggetti: – che hanno residenza presso case ATC oppure appartamenti di edilizia sociale comunale; – ISEE 2018 non superiore a 6.241,67 Euro; – che al momento della presentazione della domanda, risultino in regola con il pagamento della quota minima dei canoni d’affitto del 2017. Per risultare in regola, chi non ha ancora versato la quota minima può ancora provvedere sino al 30 marzo 2018. Dopo quella data, chi non avrà corrisposto la quota minima per l’anno 2017 non potrà più presentare domanda di accesso. La domanda deve essere presentata: – dagli utenti ATC presso gli sportelli dedicati dell’Agenzia Territoriale della Casa, su prenotazione, telefonando ai numeri: 011.3130251 – 011.3130504. – dagli inquilini di alloggi di edilizia sociale gestiti direttamente dal Comune di Carmagnola, presso la Ripartizione Politiche Sociali (piano terra del palazzo comunale, ingresso da p.zza Mazzini) negli orari di apertura – lunedì, mercoledì, venerdì ore 8,30 – 12,15. Gli inquilini che potenzialmente potrebbero avere i requisiti per accedere al fondo riceveranno un invito a presentarsi presso gli sportelli nelle prossime settimane.
Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here