Multe rilevate con lo scout speed, importante sentenza della Corte di Cassazione

L'apparato deve sottostare all'obbligo della segnalazione preventiva e ben visibile quando è in funzione

multe-rilevate-scout-speed-importante-sentenza-corte-cassazionePotrebbe rappresentare una svolta storica l’ordinanza della Corte di Cassazione sull’utilizzo dello scout speed, il sistema di rilevamento di infrazioni del codice della strada che viene installato sulle auto della polizia locale.

Anche questi dispositivi sono sottoposti all’obbligo di presegnalazione della postazione di controllo stabilito dal Codice della Strada. L’ordinanza è la 29595/2021 con cui è stato respinto il ricorso di un Comune e confermando la ragione a un conducente.

L’uomo, era stato sanzionato per violazione dei limiti di velocità, ma aveva intrapreso le vie legali per il mancato avvisto del controllo, installato sulla pattuglia dei vigili. Un meccanismo che tanti Comuni della zona hanno avviato per stanare anche i furbetti che parcheggiano in doppia fila.

La multa è stata ritenuta illegittima, visto che anche lo scout speed deve sottostare all’obbligo della segnalazione preventiva e ben visibile quando è in funzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here