Nasce la ludoteca nella ex Piscina comunale di Nichelino

A Nichelino parte il progetto della riqualificazione dell'attuale area esterna dell'ex Piscina Comunale di via XXV Aprile/I Maggio, ricompresa nel comprensorio della scuola Rodari, per la creazione della ludoteca

A Nichelino parte il progetto della riqualificazione dell’attuale area esterna dell’ex Piscina Comunale di via XXV Aprile/I Maggio, ricompresa nel comprensorio della scuola Rodari, per la creazione della ludoteca. L’area è attualmente non utilizzata e presenta problematiche di degrado e abbandono, condizioni che hanno portato l’Amministrazione ad affrontare scenari alternativi con l’obiettivo di riqualificare l’area pubblica; – la vicinanza con i plessi scolastici Rodari (scuola primaria), Piaget (scuola dell’infanzia) e Nido d’Infanzia di via XXV Aprile, ha portato a considerare l’area adatta ad ospitare strutture di carattere educativo e sociale, e a ritenere percorribile l’inserimento di un Centro Polifunzionale per le Famiglie (una ludoteca), che ha come peculiarità quella di “leggere i mutamenti sociali, di analizzare le trasformazioni che caratterizzano i nuclei familiari, di individuare soluzioni che si adattino ai bisogni della cittadinanza con un approccio educativo, sperimentale e sociale”. L’emergenza sanitaria ha sconvolto tutte le premesse educative, costringendo le famiglie ad un isolamento forzato sconosciuto, con l’impossibilità di accedere a qualsiasi servizio. Questo ha costretto le famiglie a ricercare, nel proprio interno, risorse e soluzioni, che non sempre sono state efficaci per affrontare la situazione. Il Centro Polifunzionale per le Famiglie dovrà dunque avere un duplice obiettivo: da un lato la socializzazione e la crescita globale dei bambini e, dall’altro, il riconoscimento delle difficoltà e delle risorse dei nuclei familiari. Il costo è di circa 1 milione 400 mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here