Nuovo acquirente De Tomaso, gli svizzeri di L3 Holding acquistano l’azienda

FIOMQuesta mattina si è conclusa la vicenda relativa all’asta per la De Tomaso. Ad aggiudicarsi marchio e attività è stata la cordata svizzera L3 Holding, per una cifra di 2 milioni e 50 mila euro: all’offerta era accompagnato un piano industriale che prevede la ricollocazione di 60 lavoratori entro il 2017 per arrivare poi a 360 nel 2022.

 

Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil, e Vittorio De Martino, segretario regionale della Fiom-Cgil, dichiarano: “Non è la soluzione ideale ma avrebbe potuto finire anche molto peggio, perché le altre due offerte erano rivolte unicamente al marchio. È positivo che chi abbia vinto la gara abbia almeno un’ipotesi di piano industriale: questo consentirà ai lavoratori e al sindacato di avere un interlocutore per verificare le caratteristiche e i contenuti del piano stesso. Sarà però decisivo il ruolo delle istituzioni, a partire dalla Regione, che dovranno esercitare una funzione attiva affinché si vada verso una soluzione occupazionale e produttiva che risponda ai problemi drammatici che i lavoratori della De Tomaso hanno sopportato in questi cinque anni”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

Massimiliano Rambaldi