Oggetti rubati a Torino e venduti su internet, smantellato mercato di orologi, gioielli e altro

La rete ha il pregio di ridurre le distanze per le comunicazioni, ma non solo. La vendita di merci attraverso internet è diventata sempre più di moda, creando un nuovo mercato. Purtroppo, però, la legalità non sempre è inclusa nel prezzo e, proprio dalla rete, passavano i tre ricettatori scoperti dai Carabinieri della stazione Lingotto di Torino.

.

Secondo quanto spiegato, l’indagine riguardante il furto di un orologio d’oro inglese del 18esimo secolo ha portato alla luce una vera e propria organizzazione criminale.

 

I malviventi in questione, infatti, avevano avviato una fiorente attività volta alla vendita di oggetti rubati sul web.

.

Condotta dai militari un’ispezione domiciliare presso l’abitazione di uno dei tre indagati, i Carabinieri hanno rinvenuto diversi oggetti di provenienza ignota, tra cui: monili in oro, smeraldi, orologi preziosi e argenteria.

.

Per i tre ricettatori, tutti italiani, è scattata la denuncia per ricettazione.

.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

 

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

.

Leggi anche:

Sequestro cani e gatti Torino, salvati dalla Polizia stradale e dall’Eital

Tentata rapina banca Nichelino, impiegato mette in fuga i malviventi

Sequestro circolo privato Torino, multato per 15mila euro il presidente

 

Di Redazione