Operazione anti-riciclo rame Chieri, arrestato imprenditore con carico di dubbia provenienza

CaraUn imprenditore di una ditta impegnata nella lavorazione di metalli ferrosi è stato arrestato dai Carabinieri mentre stava ricevendo un carico di quintali di rame di provenienza ignota.

 

Nell’operazione avviata dai Carabinieri di Chieri, altre 11 persone sono state denunciate a vario titolo.

 

Le indagini contro i casi di riciclo e recupero di materiali ferrosi di dubbia provenienza da tempo tengono sotto la lente d’ingrandimento le aziende che lavorano nel settore, titolate al ritiro dei materiali per poi smaltirli.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Furto rame linea ferroviaria Torino-Milano, disagi ai treni

Discarica illegale Nichelino, sequestrati metalli batterie usate e rame

Furto rame Santena, cinque romeni trovati in possesso di 10 quintali del prezioso metallo

(m.ram.)