Palestra scuola Amaldi-Sraffa Orbassano, discussione aperta tra Comune e Città Metropolitana

Proposto protocollo d'intesa tra la Città Metropolitana di Torino e la Città di Orbassano per permettere alle Associazioni sportive di usare la palestra

È la condivisione di un protocollo d’intesa tra la Città Metropolitana di Torino e la Città di Orbassano la soluzione proposta dal consigliere metropolitano con delega ai lavori pubblici Fabio Bianco al Sindaco Cinzia Maria Bosso per far ottenere alla palestra del complesso scolastico Amaldi Sraffa l’autorizzazione necessaria affinché la struttura possa essere utilizzata anche dalle associazioni sportive del territorio per gare e competizioni con la presenza del pubblico sugli spalti.
L’accordo consentirebbe alla Città di Orbassano di intervenire sull’immobile, di proprietà della Città Metropolitana di Torino, per completare – con risorse economiche proprie – gli interventi già in gran parte effettuati dalla stessa Città Metropolitana, e integrarli con le opere necessarie per ottenere l’agibilità pubblica.
Peccato che ad Orbassano la vedano diversamente: “Prima di fare qualsiasi discorso – spiegano dal Comune -, serve che Città Metropolitana rinnovi il certificato di prevenzione incendi. Dopodichè possiamo ragionare sui modi di intervenire per estendere il servizio anche al pubblico che va a vedere le partite non collegate all’attività scolastica. Non possiamo addossarci tutto noi, con il rischio di un lotto di interventi oneroso e che per giunta non ci competono. Dopo il rinnovo del certificato siamo disponibili a qualunque tipo di convenzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here