Perquisizione campo rom Torino corso Tazzoli, trovato davvero di tutto. Elenco

CaraPerquisito un campo nomadi a Torino, recuperati soldi e refurtiva Individuato un magazzino per la refurtiva e un laboratorio per sguainare il rame rubato Torino.

I Carabinieri della compagnia di Torino Mirafiori, in collaborazione con i militari dei reparti specializzati e del nucleo investigativo e radiomobile, hanno eseguito un decreto di perquisizione di 64 baracche in legno (un decreto per blocchi di edifici, emesso dalla Procura della Repubblica di Torino, per la ricerca di armi e refurtiva) all’interno del campo nomadi abusivo, di Torino corso Enrico Tazzoli.

Le attività di indagine condotte dai Carabinieri, sotto la direzione ed il coordinamento del sostituto procuratore di Torino dr. Rinaudo, hanno consentito di recuperare soldi e tantissima refurtiva nonché di denunciare sei persone per ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

È stato individuato un magazzino impiegato per nascondere la refurtiva e un laboratorio per sguainare il rame rubato Nel corso dell’ attività di polizia giudiziaria, a cui hanno partecipato 137 Carabinieri, sono state perquisite 64 baracche in legno e 138 persone. L’operazione ha permesso ai militari di sequestrare:

– Oggetti da scasso: flessibili, piedi di porco, martelli, cacciaviti, cesoie, flessibili, pinze, chiavi inglesi, tenaglie

– 6 anelli, 2 bracciali, 11 collane, un ciondolo e una spilla tutto in oro

– 22 orologi di marca

– somma contante 9.600 euro;

– pellicce, gonne da donna, maglie Luis Vuitton e Gucci, pantaloni, scarpe, tute ginniche, portafogli, nuovo con le etichette

– 14 confezioni da bar di caffè Lavazza

– una tessera bancomat  che sarebbe stata rubata a bordo di un autobus il 25 mar 2015 ai danni di una 85enne

– due pistole giocattolo prive di tappo rosso, un tirapugni e un coltello con lama di cm 25;

– 6 certificati di proprietà di autovetture intestate a prestanome

– due libretti bancari intestati a terzi;

– 6 ricetrasmittenti con caricabatterie e batterie di scorta;

– 49 cellulari varie marche, 8 tablet, un lettore di e-book e 3 macchine fotografiche digitali;

– 7 matasse di cavi di rame inguainate, per un peso complessivo kg 80;

– un televisore nuovo 40 pollici e un televisore nuovo 32 pollici;

– un computer portatile marca “Acer” e un navigatore satellitare.

Il materiale sequestrato è stato ritrovato nelle baracche abitate da sei cittadini di origine romena, tra i 18 e i 34 anni, che sono stati denunciati per ricettazione e possesso ingiustificato di grimaldelli. Nel corso dell’ispezione delle zone limitrofe al campo nomadi è stata ritrovata una coltivazione di 23 piante marijuana, tutte estirpate e sottoposte a sequestro penale a carico di ignoti.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Polemiche campo rom Beinasco, il punto della situazione tra degrado e scarsa sicurezza

Campo rom Lungo Stura Lazio Torino, nuovo appello di un lettore

Controlli campo rom strada Aeroporto Torino, trovati stampi rubati

(m.ramb.)