Portafoglio ritrovato Asti, una triste storia tra sofferenza e difficoltà

Gli agenti hanno poi proceduto, come atto dovuto, a denunciarla in stato di libertà e a contattare il legittimo proprietario per restituirgli il portafogli.

PoliziaUna storia di sofferenza e difficoltà. E’ questa la scena che, nella mattinata di ieri, si sono trovati di fronte gli agenti della Questura di Asti.
Una donna di circa 50 anni, disoccupata e con problemi economici, si è presentata in Questura per restituire un portafogli che aveva accidentalmente ritrovato poco prima. Ha raccontato, in lacrime, di averlo aperto per capire chi lo avesse smarrito ma, una volta trovata la carta bancomat e il codice pin scritto su un biglietto, ha prelevato una somma di denaro in un impeto di disperazione. Presa da un rimorso di coscienza, però, si è presentata in Questura ed ha restituito quanto indebitamente ritirato raccontando la sua triste storia personale.
Gli agenti hanno poi proceduto, come atto dovuto, a denunciarla in stato di libertà e a contattare il legittimo proprietario per restituirgli il portafogli.
Una vicenda triste che si è conclusa positivamente anche grazie alla professionalità e sensibilità degli operatori di Polizia, da sempre impegnati per garantire un servizio di prossimità e vicinanza ai cittadini.
Foto in evidenza: wikipedia.org