Presidio Lucchini davanti Regione Torino, lavoratori uniti per chiedere una soluzione

FIOMGiovedì 18 dicembre, a partire dalle ore 10, i lavoratori dello stabilimento di Condove della Lucchini (93 dipendenti) saranno in presidio davanti a Palazzo Lascaris, in concomitanza con la seduta del Consiglio Regionale. I lavoratori chiederanno di essere ricevuti dal presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino e dall’ufficio di presidenza del Consiglio Regionale per esporre le forti preoccupazioni per l’incertezza che riguarda il futuro dello stabilimento di Condove.

Nei giorni scorsi, i lavoratori hanno anche scritto una lettera al presidente del Consiglio Matteo Renzi per chiedere una soluzione produttiva e industriale anche per lo stabilimento di Condove, dopo che sono stati messi in sicurezza gli impianti della Lucchini di Trieste e Piombino.

Edi Lezzi e Ivano Franco, della Fiom-Cgil, dichiarano: “Dato che si giocano in queste settimane le prospettive dell’azienda e dato che il futuro degli stabilimenti è in mano al Governo e al commissario, crediamo che la Regione possa e debba giocare il proprio ruolo per indirizzare una soluzione positiva, oltre che per Piombino e Trieste, anche per Condove e i suoi lavoratori”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

Massimiliano Rambaldi