Processo Eternit Torino, si è chiusa la fase finale della requisitoria in appello

È accaduto ieri mattina a Torino.

 

Al Palazzo di Giustizia di Torino continua il processo d’appello a carico dei vertici dell’Eternit, ex azienda leader nella produzione di derivati dell’amianto, minerale molto tossico e cancerogeno.

 

Ieri si è conclusa la requisitoria del PM Raffaele Guariniello, in cui ha ancora una volta attribuito a S.S. e L.d.C., amministratori dell’azienda belga, la responsabilità del disastro ambientale e sanitario attribuibile alle polveri di amianto.

 

Durante l’esposizione, il PM ha dichiarato ”Non siamo in presenza di episodi sporadici e occasionali ma di carenze strutturali derivanti da una politica aziendale generale, da scelte di fondo operate su scala mondiale”. L’affermazione si riconduce all’accusa di aver tenuto all’oscuro i dipendenti dell’Eternit sui rischi della lavorazione dell’amianto.

 

Conclusa la requisitoria, Guarniello ha richiesto alla corte un inasprimento della pena di 4 anni rispetto ai 16 assegnati in primo grado.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Nuova udienza processo Thyssen-Krupp Torino, Cauferi: “Non smetto di pensare a quella notte”

Processo Tawfik Torino, il PM ha chiesto otto mesi di carcere per truffa aggravata

Processo No Tav Torino, avvio con proteste e disordini

 

Di Redazione

Foto: it.wikipedia.org