Quartiere a luci rosse Torino, al via la polemica

MoleLa proposta di una zona della città dove le prostitute possano esercitare la loro professione sotto controllo ed in accordo con le ASL arriva dal Consigliere Comunale della Lega Nord Fabrizio Ricca. Addirittura si potrebbe arrivare anche a garantire l’assistenza sanitaria.

 

Una proposta articolata che propone di risolvere il problema della prostituzione nelle strade destinando alloggi alle ragazze e chiedendo un canone d’affitto. “In un colpo solo” – spiega Ricca, – “l’amministrazione comunale ripulirebbe le strade e rimpinguerebbe le casse. Senza violare in alcun modo le leggi vigenti”.

 

Il capogruppo della Lega Nord in Sala Rossa ha spiegato così la sua proposta: “Una sentenza della Suprema Corte di Cassazione, la numero 33160 del 31 luglio 2013, sancisce che chi concede in locazione un appartamento ad una persona che esercita la prostituzione, pur sapendo di questa attività e pur conoscendo le intenzioni di adibire il locale al meretricio, non deve rispondere del reato di favoreggiamento della prostituzione. Se è vero che la legge numero 75 del 1958, la cosiddetta legge Merlin, ha messo al bando le case di tolleranza, è altrettanto vero che la sentenza dello scorso luglio crea un interessante precedente”.

 

“Non essendo reato la prostituzione in sé” – continua Ricca – “né essendo perseguibile per favoreggiamento chi concede in locazione un appartamento a una sola persona pur sapendo che essa si prostituisce, mi chiedo per quale motivo nessuno abbia ancora pensato a risolvere la questione della prostituzione di strada”.

 

Insomma una proposta che farà sicuramente discutere, ma i cittadini cosa ne pensano? Invitiamo, come sempre, i nostri lettori a dire la loro.

 

LA NOSTRA INTERVISTA AD UNA LUCCIOLA – CLICCA QUI

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacatorino.it

– il nostro staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

Di Redazione