Ragazzo pestato Moncalieri, trenta giorni di prognosi dopo il rifiuto di una sigaretta

L'aggressore è stato arrestato per lesioni e resistenza, visto che ha mandato in Ospedale anche i due Carabinieri con una prognosi di 10 giorni

Ha chiesto una sigaretta ad un 15enne che tornava a casa da scuola, ma quando si è sentito rispondere di no avrebbe pensato bene di scaricargli addosso una serie di pugni.
Secondo quanto spiegato, lo avrebbe picchiato selvaggiamente, mandandolo in ospedale con una prognosi di 30 giorni. Non solo, ma avrebbe alzato le mani anche sui Carabinieri che nel frattempo erano intervenuti a difesa del giovane.
In base a quanto appurato, è successo ieri, martedì 8 gennaio, in corso Roma a Moncalieri. Il giovane ha tentato di scappare dalla furia di quell’uomo, invano. Solo l’arrivo di alcuni passanti ha evitato il peggio.
L’aggressore è stato arrestato per lesioni e resistenza, visto che ha mandato in Ospedale anche i due Carabinieri con una prognosi di 10 giorni. Per lui anche l’accusa di danneggiamento, visto che per raggiungere il ragazzino ha rotto il portone del palazzo dentro cui il 15enne si era rifugiato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here