Rapina dipendente supermercato Torino, aggredito mentre porta l’incasso in banca

Carabinieri-300x220Stava portando l’incasso del supermercato in cui lavora alla cassa continua della banca, quando è stato affiancato da due malviventi che l’hanno malmenato e rapinato del borsello con dentro tutti i soldi. Almeno seimila euro, stando alle prime stime. Il tutto è successo molto in fretta e la vittima, un uomo di circa 40 anni, non ha avuto nemmeno il tempo di reagire o di tentare la fuga. Trasportato al pronto soccorso dell’ospedale cittadino, se la caverà fortunatamente in appena sette giorni. Ma poteva andare molto peggio.

E’ successo l’altro ieri intorno alle 12.30 nella zona di via Marconi. L’uomo, dopo aver raccolto il denaro frutto del lavoro del mattino, li ha sistemati in un marsupio ed è uscito dalla solita porta verso la propria auto. Pochi passi, che non destavano preoccupazione. Probabilmente però i malviventi sapevano che a quell’ora il supermercato svuota le casse e trasporta il denaro in una banca non molto lontana e hanno atteso il momento opportuno per entrare in azione. Stando alla ricostruzione fatta dai Carabinieri intervenuti sul posto, i malviventi erano due a volto coperto e a bordo di un motorino. Hanno aspettato che non ci fossero testimoni e che il dipendente del supermercato entrasse in auto per aggredirlo. Dopo essersi affiancati al finestrino lato guidatore, lo hanno sfondato con un manganello e hanno preso a pugni in faccia l’uomo, sottraendogli il marsupio. Risaliti in scooter si sono dileguati approfittando delle strade pressochè deserte a quell’ora e in questo periodo dell’anno.

Il 40enne vittima dell’aggressione è rimasto per qualche minuto intontito e spaventato all’interno dell’abitacolo, prima di chiamare il 118 e i Carabinieri. L’ambulanza è arrivata sul posto in pochi minuti. I paramedici dopo aver subito escluso gravi lesioni o complicazioni hanno portato il 40enne al San Lorenzo per curare le tumefazioni al volto e le leggere ferite causate dal finestrino andato in pezzi. Dei malviventi, al momento, nessuna traccia. Si sta cercando di capire se qualcuno possa aver visto qualcosa, come la terga del motorino o qualche altro elemento utile per risalire ai due rapinatori.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Automobilista sequestrato e rapinato corso Grosseto Torino, aggredito al semaforo per 30 euro

Arresto rapinatori seriali Torino, 26 colpi in pochi mesi

Rapina furgone con sigarette Sant’Antonio di Castellamonte, banditi armati di pistole

Massimiliano Rambaldi