Rapina farmacia Rivoli, arrestato 34enne accusato di cinque colpi

Carabinieri-300x220I Carabinieri della Compagnia di Rivoli hanno arrestato l’altro ieri un uomo di 34 anni di Rivoli, con l’accusa di aver commesso cinque rapine a farmacie nei mesi di Aprile e Maggio scorso.

 

L’uomo, ex fruttivendolo, avrebbe colpito la prima volta lo scorso 11 aprile a Collegno in una farmacia di dove, con il volto coperto da passamontagna ed armato di un taglierino, avrebbe minacciato i farmacisti costringendoli a farsi consegnare circa 1150 euro, custodite all’interno della cassa per poi scappare a piedi nelle vie limitrofe.

 

La seconda rapina è avvenuta nella giornata del 27 aprile a Rivoli dove l’uomo, sempre con il volto coperto da un passamontagna ed armato di coltello, avrebbe prima minacciato le farmaciste, e poi sarebbe ad impossessarsi di 1300 euro scappando poi a piedi.

 

Ancora il 20 Aprile scorso in una farmacia di Alpignano dove, armato di coltello da cucina e con il volto parzialmente coperto dalla visiera di un cappellino e da occhiali da sole, avrebbe minacciato la titolare della farmacia e si sarebbe consegnare circa 400 euro prelevati dalla cassa per poi fuggire a bordo di una Lancia di colore grigio. Un testimone sarebbe riuscito però a prendere parte della targa dell’auto e a comunicarla ai Carabinieri che sono riusciti ad identificare il veicolo, di proprietà di un cittadino rumeno, poi accertato essere estraneo alle rapine.

 

Il 12 Maggio scorso l’uomo avrebbe commesso la quarta rapina nella farmacia di Rivoli, dove, travisato da un passamontagna e armato di un coltello avrebbe minacciato la titolare e si sarebbe della somma contante di 350 euro nella cassa per poi dileguarsi a piedi nelle vie limitrofe.

 

In ultimo il 15 Maggio scorso ad Alpignano dove ancora con un coltello da cucina e con il volto coperto da una calzamaglia si sarebbe fatto consegnare 200 euro che erano dentro a cassa.

 

Durante le operazioni di arresto il 34enne avrebbe confessato ai Carabinieri di avere commesso le rapine contestategli perché non lavorava più come fruttivendolo.

 

I Carabinieri stanno comunque verificando se l’uomo risulti responsabile di altri episodi

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Treni bloccati per incendio Torino, cause ancora da stabilire e circolazione ripristinata

Incendio palazzo del lavoro via Ventimiglia Torino, causa presumibilmente dolosa

Incendio fabbrica sedie Leinì, le fiamme lambiscono anche le case vicine

 

Massimiliano Rambaldi