Rapina negozio telefonia via Arnaldo da Brescia Torino, dipendente minacciata con pistola

RapinaPaura questa mattina intorno alle 11, quando all’interno di un negozio di telefonia di via Arnaldo da Brescia sono entrati due uomini, pistola in pugno, per rapinarlo.

 

In quel momento c’era solo la commessa. I due rapinatori, probabilmente extracomunitari, hanno puntato la pistola alla tempia della ragazza e l’hanno chiusa nel retro del negozio perchè non intralciasse il loro “lavoro”. Hanno anche abbassato la serranda per evitare di essere disturbati. Dopo pochi minuti avevano razziato smartphone, tablet e tutto quello che c’era di disponibile, dileguandosi.

 

La commessa, terrorizzata, ha chiamato i Carabinieri dopo che i due malviventi erano fuggiti. E’ il secondo furto allo stesso negozio nel giro di pochi mesi. La scorsa volta fu colpito di notte, quando ignoti sfondarono la vetrina, probabilmente con un mezzo.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Aggressione in famiglia Ciriè, picchiato con bastoni e spranghe per un debito di 100 euro

Aggressione per rifiuto elemosina Chieri, commerciante picchiato con paletto stradale

Blitz campo nomadi strada Brandina Moncalieri, controlli dopo l’aggressione ai due baristi

Aggressione Fossano Cuneo, la notte di paura per i giovani della movida

Massimiliano Rambaldi