Rapina supermercato via Carlo Alberto Torino, aggrediscono vigilantes e sfondano una vetrina

I due cittadini rumeni sono stati arrestati per rapina aggravata e denunciati per il reato di minacce gravi.

PoliziaTrambusto e urla generate per una scatoletta di aringhe. E’ accaduto in un supermercato in Via Carlo Alberto.
Secondo quanto spiegato, l’addetto alla vigilanza ha visto entrare, intorno le 23:00, all’interno dell’esercizio commerciale due soggetti, di nazionalità rumena, già noti allo stesso come disturbatori abituali.
La guardia giurata si sarebbe inoltre accorta che uno dei due stranieri aveva prelevato una scatoletta da uno scaffale e l’aveva nascosta nella tasca del giubbotto.
In base a quanto appurato, i due uomini, entrambi di 51 anni, poi si sono diretti spediti verso l’uscita, oltrepassando le casse senza pagare la merce prelevata. Quando il vigilantes in modo molto garbato ha chiesto ai due cittadini rumeni se avessero qualcosa da pagare, questi hanno reagito in modo violento. 
Infatti, uno dei due avrebbe lanciato con forza contro l’addetto alla vigilanza la scatoletta mentre l’altro lo ha afferrato alle spalle strattonandolo e tirandolo per garantire la fuga del complice, continuando nel frattempo a minacciarlo. Anche le porte scorrevoli non hanno fermato la corsa dei due malfattori che, pur di garantirsi la fuga, ne hanno sfondato i vetri. Gli agenti della Squadra Volante giunti sul posto li hanno subito fermati. I due cittadini rumeni sono stati arrestati per rapina aggravata e denunciati per il reato di minacce gravi.
Foto in evidenza: wikipedia.org