Rave illegale Mirafiori Torino, denunciati in 135

Carabinieri-300x199Centotrentacinque persone sono state denunciate dai Carabinieri della Compagnia Torino Mirafiori per un rave-party tenutosi nel fine settimana in alcuni capannoni dismessi della Fiat nella zona sud di Torino e a cui hanno partecipato oltre 500 persone provenienti da tutto il Nord Italia.

 

Le persone denunciate devono rispondere di invasione di terreni ed edifici e di danneggiamento aggravato. La proprietà degli immobili ha annunciato che presenterà querela nei confronti delle persone individuate.

 

In occasione del rave-party, un giovane italiano, di 31 anni, abitante a Moncalieri è stato ferito alla coscia sinistra da un ignoto che gli ha inferto una coltellata. L’uomo è stato trasportato al C.T.O. di Torino ed è stato dimesso con 10 giorni di prognosi.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Aggressione in famiglia Ciriè, picchiato con bastoni e spranghe per un debito di 100 euro

Aggressione per rifiuto elemosina Chieri, commerciante picchiato con paletto stradale

Blitz campo nomadi strada Brandina Moncalieri, controlli dopo l’aggressione ai due baristi

Aggressione Fossano Cuneo, la notte di paura per i giovani della movida

 

(m.ram.)