Rifiuti abbandonati fiume Sangone Nichelino, non è la prima volta

Un problema comune un po' in tutta la provincia di Torino, a cui bisogna porre un rimedio affinché non si verifichino situazioni analoghe, in futur

Elettrodomestici, bottiglie di vetro, pezzi di lamiera, bottiglie di plastica. Si presenta cosi, come una discarica a cielo aperto, l’alveo del torrente Sangone nel Boschetto, a Nichelino. Una scena non certo bella, di degrado ambientale che si accentua soprattutto in questo periodo di prolungata siccità. Non è la prima volta però che il corso d’acqua si trasforma in un deposito di rifiuti.  Già in passato erano state ritrovate delle carcasse d’auto e altri genere di rifiuti altamente inquinanti, come le batterie. Un problema comune un po’ in tutta la provincia di Torino, a cui bisogna porre un rimedio affinché non si verifichino situazioni analoghe, in futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here