Riqualificazione Parco Michelotti Torino, proseguono i lavori

Proseguono i lavori di riqualificazione di Parco Michelotti che dopo la punta Sud, tornata a disposizione dei cittadini già dal luglio dell’anno passato, da ottobre consentiranno di aprire al pubblico anche quella Nord

Proseguono i lavori di riqualificazione di Parco Michelotti che dopo la punta Sud – tornata a disposizione dei cittadini già dal luglio dell’anno passato – da ottobre consentiranno di aprire al pubblico anche quella Nord: l’area che va dalla bocciofila del ponte di corso Regina Margherita al Rettilario.
Nelle prossime settimane si concluderanno le ultime lavorazioni che, tra l’inverno e la primavera scorsi, hanno visto il ribassamento della recinzione lungo il Po, la realizzazione del percorso ciclo-pedonale, della nuova illuminazione interamente a led, la posa delle panchine, la sostituzione dei pali pericolanti, il piantamento di arbusti e siepi e la semina dell’intera superficie.
Altri interventi hanno riguardato anche l’area già disponibile ai cittadini, che va dall’ex parco Giò fino alla Gran Madre, dove insieme al completamento della recinzione è stata realizzata la nuova rampa di accesso per le persone disabili e si è provveduto alla sostituzione e alla riparazione di alcuni giochi, di cui uno inclusivo.
Entro questa settimana, verrà poi pubblicato il bando per il recupero dell’ex Rettilario: gli operatori privati interessati avranno tempo fino a metà settembre per manifestare il proprio interesse per il fabbricato che dovrà essere destinato ad attività socialmente utili.
“Malgrado le limitate risorse a disposizione, la riqualificazione di parco Michelotti prosegue secondo il cronoprogramma annunciato – sottolinea l’assessore all’Ambiente, Alberto Unia – . Ci eravamo ripromessi di aprire la punta Nord entro la fine del 2019 e stiamo rispettando i tempi, anzi grazie all’impegno del Tavolo di Progettazione Civica, degli operatori e dei funzionari del servizio Verde e dei volontari di Torino Spazio Pubblico che hanno contribuito alla realizzazione di preziose opere di piccola manutenzione, li stiamo addirittura anticipando”.
Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here