Sciarpe in falso cachemere Mercatini di Natale piazza Castello Torino, sequestro della GdF

Nella giornata di ieri i Finanzieri del Comando Provinciale di Torino hanno effettuato un importante intervento operativo finalizzato al sequestro di centinaia di sciarpe e pashmine falsamente etichettate in cachemire.

Nella giornata di ieri i Finanzieri del Comando Provinciale di Torino hanno effettuato un importante intervento operativo finalizzato al sequestro di centinaia di sciarpe e pashmine falsamente etichettate in cachemire.
Secondo quanto spiegato, tra i banchi del “Mercatino di Natale” di Piazza Castello, i “Baschi Verdi” del Gruppo Torino avrebbero sequestrato un ingente quantitativo di accessori d’abbigliamento posti in commercio con indicazione merceologiche mendaci sia in relazione alla qualità che all’origine.
In base a quanto appurato, nei giorni precedenti l’intervento, i Finanzieri di Torino “incuriositi” dal prezzo troppo basso, si sarebbero finti clienti acquistando alcuni capi su due banchi “chalet” il cui titolare, un imprenditore di etnia indiana, da anni residente in Italia, ne avrebbe garantito fraudolentemente la qualità in relazione al pregiato filato.
Le successive analisi effettuate presso il laboratorio chimico “BuzziLab” di Prato ne accertava la composizione in poliammide e acrilico confermando così la falsità delle indicazioni merceologiche.
Pertanto, informata la Procura della Repubblica di Torino, sarebbe stato disposto il sequestro degli articoli illeciti. Le operazioni di perquisizione, estese poi ad un deposito sito sempre nel centro di Torino e sul furgone in uso al commerciante, avrebbero consentito il sequestro di oltre duemilacinquecento sciarpe.
Il commerciante dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria del reato di frode in commercio e nei suoi confronti si procederà, inoltre, all’irrogazione di sanzioni fino ad un massimo di euro 5.164,00.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here