Sciopero Lear Torino, le motivazioni dei lavoratori

FIOMIeri i lavoratori della Lear, dopo l’assemblea del secondo turno, si sono fermati per un’ora di sciopero, decisa unitariamente dalle Rsu, con adesione al 95%. Con questa mobilitazione i lavoratori hanno voluto manifestare la propria preoccupazione per la situazione aziendale con cali produttivi legati alle produzioni della Maserati e a un’incertezza nella conduzione aziendaleche si traduce in un clima di fortenervosismo e di pressione sui lavoratori. Gianni Mannori, della Fiom-Cgil, dichiara: “Chiediamo che al più presto l’azienda incontri le Rsu per decidere le strategie per uscire da questo stato di confusione e dal calo produttivo, che sta investendo la Lear dopo aver colpito la Maserati”.

(m.ramb.)