Sciopero Pininfarina Torino, le motivazioni dei lavoratori

FIOM LogoI lavoratori della Pininfarina hanno deciso di fermarsi per un’ora di sciopero, con adesione al 90% (quadri e impiegati compresi) e corteo all’internodello stabilimento.

 

Con questa agitazione i lavoratori vogliono non solo protestare contro la decisione dell’azienda di procedere con i14 licenziamenti ma soprattutto esprimere tutta la loro preoccupazione per il futuro, nel momento in cui è in corso la vertenza per la cessione al gruppo indiano Mahindra. Inoltre, è partita una raccolta firme per chiedere il ritiro dei licenziamenti, e lunedì 9 novembre si svolgerà un presidio davanti alla Prefettura e alla Regione per chiedere un incontro con il presidente della Regione Sergio Chiamparino.

 

Antonio Citriniti, della Fiom-Cgil, dichiara: “Tra i lavoratori permane un clima di estrema preoccupazione che va al di là dei licenziamenti: pertanto chiediamo all’azienda il ritiro della procedura come segnale distensivo per aprire un tavolo e ragionare sul futuro”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacatorino.it

– il nostro staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

(m.ram.)