Sequestro ristorante cinese corso Regina Margherita Torino, c’era dell’olio esausto

polizia_municipale_torino-300x225 (1)L’operazione è stata condotta dagli  agenti del Nucleo di Polizia Amministrativa della Polizia Municipale in collaborazione con il personale dell’ASL.

 

Secondo quanto spiegato, è stata condotta un’ispezione all’interno di un ristorante cinese di corso Regina Margherita.

 

Gli agenti ed il personale dell’ASL hanno rinvenuto cibi in cattivo stato di conservazione in due congelatori a pozzetto ed un contenitore per rifiuti senza coperchio che al suo interno aveva residui organici, cartone e plastica.

 

In base a quanto emerso è stato inoltre rinvenuto un contenitore contenente olio esausto.

 

Il titolare, un cittadino cinese, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, gli alimenti mal conservati sono stati tutti sequestrati.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Maxi sequestro prodotti cinesi Alessandria Gdf, trovati 20mila prodotti non in regola

 

Sequestro prodotti cinesi Torino-Milano, denunciate tre persone

Merce contraffatta Torino, maxi sequestro di bigiotteria presso due negozi di cinesi, anche in pieno centro città

Sequestro 830 mila prodotti contraffatti Gdf Torino, cinesi operavano tra Piemonte e Lombardia

Di Redazione