Servizio raccolta rifiuti Cintura Sud Torino, rischio caos il 31 gennaio

Il 31 gennaio scadrà la proroga ordinata dai sindaci della cintura sud e dal Covar alla ditta DeVizia, per ottemperare alla raccolta rifiuti sebbene pendesse sulla gara d'appalto un ricorso e un giudizio sulla validità della gara stessa, da parte del commissario nominato dal Tar

Il 31 gennaio scadrà la proroga ordinata dai sindaci della cintura sud e dal Covar alla ditta DeVizia, per ottemperare alla raccolta rifiuti sebbene pendesse sulla gara d’appalto un ricorso e un giudizio sulla validità della gara stessa, da parte del commissario nominato dal Tar. Commissario che ha sancito come Devizia non aveva titolo a parteciparvi nel 2016, in quanto le documentazioni presentate non erano complete. Escludendola quindi dalla graduatoria. La cosa più logica sarebbe stata dare immediatamente l’incarico alla seconda classificata, la Teknoservice, che dal 2017 ha promosso ricorsi sull’espletamento della gara. E che di fatto ha avuto ragione. Il Covar e i sindaci però frenano. Presenteranno un reclamo, perchè il commissario non ha formalmente riassegnato la vittoria a Teknoservice. Un vizio di forma che rischia di mandare nel caos la raccolta da febbraio. Improbabile che DeVizia accetti una nuova richiesta di continuare, in attesa della nomina della nuova ditta. Impossibile nominarne una entro il 31 gennaio, perchè il reclamo avanzato allungherà i tempi di altri 30 giorni. E da febbraio la raccolta rifiuti porebbe diventare un caos.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here