Sfodera coltello dentro negozio Kebap Torino, non voleva pagare il conto

Gli Agenti, richiamati dalle urla minacciose, sono immediatamente intervenuti, e dopo essersi qualificati, hanno arrestato l'uomo

PoliziaNonostante l’arrivo degli Agenti della Polfer, richiamati dalle urla, non avrebbe cessato di minacciare con un coltello il dipendente di un locale, i passanti e i poliziotti stessi.
Secondo quanto spiegato, così, un 27enne  cittadino marocchino senza fissa dimora, lasciato per ultimo al tavolo dalla comitiva con la quale avrebbe consumato delle bevande in orario mattutino presso un punto vendita Kebap di Via Nizza, anziché pagare il conto, ha tirato fuori un coltello e, urlando, avrebbe minacciato il dipendente del locale stesso.
In base a quanto appurato, gli Agenti in borghese della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polfer, mentre stavano pattugliando la vicina stazione di Porta Nuova, richiamati dalle urla minacciose, sono immediatamente intervenuti, e dopo essersi qualificati, non senza fatica, hanno immobilizzato e disarmato il cittadino marocchino che, in evidente stato di agitazione,  inveiva contro tutti i passanti sotto i portici, e minacciava i poliziotti stessi brandendo un coltello a serramanico.
L’uomo è stato successivamente trasportato presso gli uffici della Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria di Via Nizza, dove, identificato, a suo carico sarebbero emersi numerosi precedenti penali. Venivano sequestrati il coltello e anche della sostanza stupefacente, tipo hashish.
Tratto in arresto, per resistenza e minacce a pubblico ufficiale aggravate e minaccia aggravata nei confronti del personale dell’esercizio pubblico, il responsabile è stato già processato, e condannato a 5 mesi di reclusione.
Foto: wikipedia.org