Sgombero campo nomadi via Germagnano Torino, secondo l’assessore Giannuzzi avrebbe i giorni contati

L’assessore ha anche ricordato che “sono già state adottate una serie di misure per rafforzare il controllo dell’area da parte della Polizia municipale"

800px-Piazza_Palazzo_di_Città_durante_i_150_anni_dell'unità_d'_ItaliaIeri pomeriggio, nel corso di una riunione congiunta delle Commissioni consiliari prima e sesta, dedicata all’audizione dei Comitati per l’ambiente Torino Nord sulla situazione dell’inquinamento dell’aria nella zona dell’insediamento nomadi di via Germagnano, l’assessore all’Ambiente, Stefania Giannuzzi, ha sottolineato che “è già stato avviato un percorso che, entro il termine della consiliatura, porterà allo smantellamento del campo di via Germagnano”.
L’assessore ha anche ricordato che “sono già state adottate una serie di misure  per rafforzare il controllo dell’area da parte della Polizia municipale e Amiat è intervenuta nelle scorse settimane per rimuovere alcuni cumuli di rifiuti che potevano alimentare i roghi”. Inoltre – ha aggiunto la responsabile delle politiche cittadine per l’ambiente –  “l’Amministrazione comunale ha proposto un patto tra istituzioni (Ministro degli interni, Prefettura, Città, Regione, Città Metropolitana, Forze dell’Ordine, associazioni) per individuare un modello operativo coordinato e lavorare insieme per trovare quelle risorse indispensabili a realizzare progetti che consentano di raggiungere l’obiettivo del superamento dei campi nomadi. Tema che – ha ancora evidenziato l’assessore – deve essere affrontato nella sua totalità, non solo dal punto di vista ambientale, ma anche sociale e di ordine pubblico”.
Foto: wikipedia.org