Situazione Pininfarina, incontro in Regione tra Sindacati e Istituzioni

Nel corso dell'incontro, sindacati e lavoratori hanno rappresentato le preoccupazioni destate dall'attuale situazione della Pininfarina

FIOMIncontro questa mattina in Regione sulla situazione della Pininfarina, dopo l’acquisizione da parte del gruppo indiano Mahindra: all’incontro hanno partecipato il presidente della Regione Sergio Chiamparino, l’assessore regionale al Lavoro Gianna Pentenero e l’assessore alle Attività produttive Giuseppina De Santis, le organizzazioni sindacali con i loro legali e una delegazione di lavoratori.
Nel corso dell’incontro, sindacati e lavoratori hanno rappresentato le preoccupazioni destate dall’attuale situazione della Pininfarina: nonostante infatti si sia chiusa positivamente l’acquisizione da parte del gruppo indiano Mahindra, dal punto di vista industriale e occupazione per i lavoratori non è cambiato nulla, con il continuo, e sempre più massiccio, ricorso alla cassa integrazione, che proseguirà nei prossimi mesi fino a dicembre. La preoccupazione, hanno sottolineato azienda e lavoratori, nasce dal fatto che non è chiaro quali intenzioni abbia la proprietà indiana, dal momento che il managment di Pininfarina è rimasto lo stesso e ad oggi non si è ancora avuto un confronto diretto con la nuova proprietà. Il presidente della Regione Sergio Chiamparino, che già nei mesi scorsi aveva manifestato l’impegno a seguire le vicende di Pininfarina, ha risposto positivamente alle sollecitazioni dei lavoratori e ha preso l’impegno di intervenire presso la proprietà per capire quali siano le intenzioni per il futuro.
Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil, e Antonio Citriniti, responsabile di Pininfarina per la Fiom-Cgil torinese, dichiarano: “Ci aspettiamo che nel giro qualche settimana si capisca che cosa la Regione è riuscita a sapere sulle intenzioni dell’azienda ma soprattutto riteniamo opportuno che la prossima volta, intorno allo stesso tavolo, ci sia anche la nuova proprietà dell’azienda”.