Situazione Teksid Carmagnola, annunciate due settimane di cassa integrazione

I lavoratori della Teksid Aluminum effettueranno due settimane di cassa integrazione, tra il 18 e il 31 di marzo

I lavoratori della Teksid Aluminum effettueranno due settimane di cassa integrazione, tra il 18 e il 31 di marzo. Non si tratta di un provvedimento per crisi industriale, ma per un calo fisiologico di produzione dettato dall’unico cliente dell’azienda: ossia il gruppo Fca-Iveco. Erano comunque anni che nel sito non si faceva ricorso alla cig.
“Anche stabilimenti che non erano toccati dalla cassa integrazione da oltre sei anni come la Teksid di Carmagnola vengono coinvolti dalle sospensioni del lavoro – avvertono il segretario generale della Fiom Torino Edi Lazzi e il responsabile per la Fiom Cgil della Teksid di Carmagnola Bruno Ieraci – Quello che arriva da Carmagnola, dove negli anni scorsi si è lavorato spesso anche in regime di straordinario per produrre e fornire i basamenti motore in ghisa e alluminio, è un ulteriore campanello d’allarme sulla situazione dell’industria dell’automobile nel nostro territorio. E’ necessario e urgente convocare un tavolo con l’azienda, le organizzazioni sindacali e le istituzioni, a partire dal Governo nazionale, per affrontare la situazione in Italia e in particolare a Torino. Servono gli investimenti, nuovi modelli, ogni giorno che passa la situazione diventa più drammatica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here