Spari per sorpasso in auto San Gillio, a casa aveva anche un arsenale

I Carabinieri sarebbero riusciti a bloccarlo e a identificarlo coma una ex guardia giurata 53enne. Sarebbe inoltre stata rinvenuta, occultata all'interno del bagagliaio, una pistola ad aria compressa ed un coltello a serramanico.

Sabato scorso, alle 12.30 circa, un automobilista ha denunciato che, mentre si trovava in San Gillio e stava percorrendo a bordo della sua macchina la s.p.8, un altro automobilista, con cui aveva avuto un diverbio poco prima a causa di un sorpasso a suo dire avventato, avrebbe esploso dei colpi di pistola nei suoi confronti infrangendo il vetro posteriore destro.
Secondo quanto spiegato, le immediate ricerche avviate dal Nucleo Operativo e radiomobile e stazioni dipendenti, grazie anche all’ausilio di militari del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Venaria Reale, avrebbero consentito di individuare il sospettato a bordo di una Peugeot.
In base a quanto appurato, i Carabinieri sarebbero riusciti a bloccarlo e a identificarlo coma una ex guardia giurata 53enne. Sarebbe inoltre stata rinvenuta, occultata all’interno del bagagliaio, una pistola ad aria compressa ed un coltello a serramanico.
La successiva perquisizione domiciliare avrebbe consentito di rinvenire le seguenti armi clandestine in quanto prive di sigillo controllo del banco armi nazionale:
– 8 fucili ad aria compressa;
– 14 pistole ad aria compresa di cui quattro modificate;
– gr. 500 circa di polvere da sparo con una miccia;
– numerose munizioni di vario calibro;
– materiale vario per il confezionamento di cartucce.
L’uomo, arrestato per detenzione armi clandestine, porto di armi od oggetti atti ad offendere, fabbricazioni di esplosivi non riconosciuti e danneggiamento aggravato, è stato ristretto alla casa circondariale “Lorusso e Cutugno” di Torino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here