Stazioni filtranti per la qualità dell’aria Asti, installate nelle piazze Catena, Vittorio Veneto e De Andrè

Nella giornata di oggi si è proceduto all’installazione di tre apparecchiature per il filtraggio dell’aria nelle piazze Catena, Vittorio Veneto e De Andrè

Con la ripresa delle normali attività, dopo la situazione emergenziale sanitaria venutasi a creare per l’epidemia Covid-19, nella giornata di oggi si è proceduto all’installazione di tre apparecchiature per il filtraggio dell’aria nelle piazze Catena, Vittorio Veneto e De Andrè.
Le stazioni filtranti, della ditta System solutions, utilizzano una tecnologia che consente di depurare l’aria della zona loro circostante con una distanza di azione pari a 350 m e una superficie servita di circa 400.000 mq, per una quantità d’aria di circa 10mila mc/ora.
Grazie a questa tecnologia di filtraggio, la stazione aspira a ciclo continuo l’aria inquinata, trattiene le polveri sottili, gli inquinanti e gli odori e restituisce all’atmosfera aria pulita. Un sistema computerizzato consente di controllare da remoto e in tempo reale le funzioni della stazione. L’apparato di misurazione ambientale integrato nella stazione è in grado di analizzare, raccogliere e trasmettere dati sulla reale composizione delle polveri filtrate.
L’Amministrazione comunale ha stipulato con la ditta System solutions un accordo preliminare in base al quale la ditta ha fornito gratuitamente le tre stazioni filtranti per un primo periodo sperimentale di due mesi, al termine del quale verrà valutata la reale efficacia delle apparecchiature in termini di pulizia dell’aria.
La scelta dei tre siti su cui effettuare la sperimentazione è caduta su aree dove, oltre ad un’elevata intensità di traffico, si registrano anche consistenti flussi pedonali.
Qualora tale valutazione dia esito positivo, l’Amministrazione comunale promulgherà un apposito bando per individuare una o più ditte che si faranno carico della posa definitiva di una ventina circa di stazioni filtranti nelle principali piazze della città, a fronte dei proventi dei messaggi pubblicitari che potranno essere affissi su di esse.
L’intervento va nell’ottica di un miglioramento della qualità dell’aria e si inserisce nel più ampio piano finalizzato a ridurre i tassi di inquinamento in città, con un progressivo allargamento della ztl così come un sensibile sviluppo della rete di piste ciclabili. “Siamo sicuri – afferma il sindaco Rasero – che l’intervento vada nella direzione di creare una città più pulita, così come da tanti cittadini ci viene richiesto con sempre maggiore insistenza e che si colloca nei ragionamenti su una diversa mobilità che stiamo discutendo e condividendo con maggioranza e opposizione.” Aggiunge l’Assessore Berzano: “chiediamo ai cittadini di farsi portatori di comportamenti positivi che vadano nella direzione di far sempre meno uso dell’auto, ricorrendo a sistemi di spostamento alternativi, principalmente con l’uso della bicicletta che si pone come mezzo di distanziamento “naturale” data l’emergenza in atto”.
Foto di Archivio: Antonella Mastria
Notizie: Ufficio Stampa Comune di Asti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here