Svincolo soldi pubblici Piossasco, l’ok con una sentenza

A Piossasco i conti sono stati presto fatti circa due milioni 330 mila euro. Una somma ingente per un comune simile, accumulatasi in questi anni

Pioggia di soldi sui Comuni virtuosi, che hanno in cassa i risparmi derivati dall’avanzo di amministrazione degli anni precedenti e nei cassetti progetti pronti per poterli spendere. Un riflesso della sentenza della Corte Costituzionale, che ha svincolato dalle rigide maglie dei bilanci comunali, i soldi messi da parte nel corso del tempo.
Gli enti locali potranno impiegare sul bilancio 2018 (e quindi entro il 31 Dicembre) le somme disponibili. A Piossasco i conti sono stati presto fatti circa due milioni 330 mila euro. Una somma ingente per un comune simile, accumulatasi in questi anni.
La Giunta ha individuato tutti gli investimenti utili e inseriti (o inseribili) negli strumenti di programmazione, dividendo tra i diversi settori del Comune le opere da avviare. I soldi serviranno soprattutto all’adeguamento degli impianti nelle scuole e per gli interventi di messa in sicurezza contro i rischi idrogeologici.
“È evidente che visti i tempi ristretti – spiega il Sindaco Avola -, abbiamo dato indicazioni agli uffici tenendo conto delle priorità ma anche dei tempi delle procedure ad evidenza pubblica. Sono risposte importanti da poter dare sul territorio dopo gli stringenti vincoli di bilancio di questi anni che non ci hanno consentito di fare come avremmo voluto”.
Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here