Tabaccaio truffato Torino, bloccati con la refurtiva

Alla luce dei fatti, i due cittadini di 40 e 24 anni, entrambi con precedenti sono stati tratti in arresto per truffa aggravata e resistenza a Pubblico Ufficiale

Ieri mattina, intorno alle 12, personale del Commissariato San Paolo, in servizio di prevenzione e contrasto al crimine diffuso, ha notato due persone uscire e allontanarsi di corsa da una tabaccheria di corso Lecce e successivamente salire a bordo di una VW Passat parcheggiata in seconda fila.
Secondo quanto spiegato, i poliziotti hanno bloccato la VW Passat frapponendosi con l’auto di servizio. Nel frangente i cui gli agenti sono scesi dall’auto e si sono qualificati, il passeggero ha aperto la portiera e si è dato alla fuga.
In base a quanto appurato, immediatamente al suo inseguimento si è messo un agente, il quale dopo aver intimato oralmente più volte di fermarsi al fuggitivo avrebbe esploso un colpo in aria con la pistola d’ordinanza riuscendo al contempo a raggiungere il fuggitivo, il quale nel corso della fuga si era sbarazzato di una sorta di passamontagna.
Nel corso della perquisizione, nella disponibilità di uno dei due avrebbero trovato oltre 1300 euro in contanti. Gli agenti avrebbero poi appurato che i due, con un maneggio di denaro, avevano truffato il titolare della tabaccheria portandogli via 200 euro.
Alla luce dei fatti, i due cittadini rumeni, di 40 e 24 anni, entrambi con precedenti sono stati tratti in arresto per truffa aggravata e resistenza a Pubblico Ufficiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here