TAV Val di Susa, espropriati alcuni terreni per la costruzione di una strada

È accaduto questa mattina nei pressi di Chiomonte.

 

L’esproprio, ordinato dell’azienda che gestisce l’appalto della Torino-Lione, è scattato nelle prime ore di oggi, dopo gli annunci di rito. I terreni soggetti all’operazione sono circa 11.

 

La decisione è stata dettata dalla necessità di costruire una strada che parta da Chiomonte, aggirando il cantiere situato in zona Clarea e arrivando a Giaglione, altro paese della Val di Susa.

 

Durante gli espropri si è verificata anche stata una manifestazione pacifica di alcuni manifestanti No Tav, senza scontri né schermaglie, con la polizia che ha presidiato permanentemente il cantiere.

 

I lavori inizieranno tra qualche giorno.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Nuovo attacco cantiere No Tav Chiomonte, danneggiamenti durante nuova azione di protesta

Minacce No Tav Chiomonte Torino, nuova lettera anonima per Renzo Pinard

Visita cantiere TAV Chiomonte 23 marzo 2013, continuano le polemiche

Di Redazione