Tentate truffe in casa, si moltiplicano le segnalazioni dei Comuni

L'uscita dalla pandemia sarà ancora lunga e il periodo di "reclusione forzata" in casa non passerà tanto presto. E quindi, i soliti malviventi, non hanno perso occasione per attrezzarsi e pianificare le solite truffe a domicilio

L’uscita dalla pandemia sarà ancora lunga e il periodo di “reclusione forzata” in casa non passerà tanto presto. E quindi, i soliti malviventi, non hanno perso occasione per attrezzarsi e pianificare le solite truffe a domicilio.
I finti addetti del gas o dell’acqua non andrebbero più di moda e così i balordi si sono trasformati in “buoni samaritani” del virus. Diverse sono state infatti le segnalazioni di primi cittadini di tutta la cintura sud che hanno voluto mettere in guardia la popolazione da personaggi che possono presentarsi alla propria porta “offrendo” qualcosa legata all’emergenza sanitaria in corso.
Da chi vuole sanificare gli appartamenti a chi spiega di poter fornire mascherine o presunti “volontari” che si offrono di fare la spesa a domicilio senza che la potenziale vittima abbia richiesto alcun servizio in tal senso. L’attenzione deve rimanere massima: i delinquenti non hanno scrupoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here