Transessuale rapinato Isola d’Asti, arrestati aggressori

Uno dei soggetti, poco dopo, avrebbe estratto un coltello e lo avrebbe puntato all'indirizzo della vittima che sarebbe stata costretta a consegnare ai malviventi il telefono cellulare e 100 euro in contanti

Il 9 maggio scorso, un 54enne transessuale di nazionalità italiana, mentre stava esercitando attività di prostituzione a Isola d’Asti, veniva avvicinato da due individui apparentemente per contrattare una prestazione sessuale.
Secondo quanto spiegato, uno dei soggetti, poco dopo, avrebbe estratto un coltello e lo avrebbe puntato all’indirizzo della vittima che sarebbe stata costretta a consegnare ai malviventi il telefono cellulare e 100 euro in contanti, dopodiché i rapinatori si sarebbero allontanati repentinamente a bordo di un’autovettura.
In base a quanto appurato, la vittima sarebbe stata immediatamente soccorsa da una pattuglia dei Carabinieri e i militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Canelli avviavano le attività investigative per l’individuiazione dei rapinatori.
Al termine delle indagini sarebbero stati identificati e deferiti alla Procura della Repubblica di Asti un 29enne pregiudicato senza fissa dimora originario del Gambia e un 50enne, già sottoposti a misura cautelare dall’Autorità Giudiziaria (l’extracomunitario in carcere e l’italiano in regime di arresti domiciliari), in quanto arrestati l’11 maggio scorso dai Carabinieri della Compagnia di Bra per la rapina, avvenuta lo stesso giorno ad Alba, della borsa contenente denaro contante e documenti ai danni di una giovane studentessa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here