Trasporto pubblico Torino, nuova battaglia dei Comuni della cintura per il biglietto unico

Nuova battaglia dei Comuni della cintura sul biglietto unico per i mezzi pubblici. Un'iniziativa lanciata via social ha spinto per avanzare la richiesta di uniformare il prezzo della tratta ferroviaria attorno a Torino a quello della metro o del bus.

Nuova battaglia dei Comuni della cintura sul biglietto unico per i mezzi pubblici. Un’iniziativa lanciata via social ha spinto per avanzare la richiesta di uniformare il prezzo della tratta ferroviaria attorno a Torino a quello della metro o del bus. A siglare l’intesa sono stati: Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Collegno, Borgaro, Beinasco, Orbassano, Settimo, Rivoli, Rosta, Rivalta e Chieri.
«Se non ora quando?» è il titolo dell’iniziativa che però ritorna nel tempo. Non è infatti la prima volta che Comuni come Moncalieri, Beinasco, Nichelino, Orbassano e Rivalta chiedono il ticket a prezzo unitario propro per agevolare gli utenti a prendere i mezzi pubblici, anziché l’auto privata. Da Moncalieri si paga 2,40 euro, da Chieri 2,90, da Alpignano 2,20: impossibile – secondo i Sindaci- sperare di rispettare le distanze precauzionali nella fase 2, se non si permette a tutti di poter usare mezzi diversi. E si chiede all’agenzia mobilità proprio di incentivare l’uso del treno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here