Truffa falsi contratti telefonici Torino, identificate 16 vittime

Carabinieri-300x199I Carabinieri di Po Vanchiglia hanno denunciato una donna italiana di 47 anni, abitante a Torino, poichè ritenuta responsabile di truffa e sostituzione di persona e le hanno notificato un ordinanza di sequestro preventivo del suo negozio di telefonia emesso dalla Procura di Torino. Secondo quanto spiegato, in qualità di gestore di un negozio di una società telefonica, la donna si sarebbe rivolta ad altri colleghi della stessa società, dopo averli convinti di avere il computer bloccato, per attivare, con le identità di clienti di anni precedenti, decine di nuovi contratti.
In base a quanto appurato, tale operazione sarebbe stata finalizzata a ottenere i telefoni, tablet e web pocket associati agli stessi contratti, procurando all’intestatario (truffato) il danno rappresentato dal fatto di addebitarsi i costi derivanti in futuro dall’insolvenza dei dispositivi. Sono state identificate 16 vittime.
Foto in evidenza: wikipedia.org