Truffe ad anziani Moncalieri, ecco come agivano

Il gruppo avrebbe individuato le vittime, studiando le loro abitudini seguendole in banca e negli uffici postali dove ritiravano la pensione

I Carabinieri della Compagnia di Moncalieri hanno sgominato una banda di cittadini di origine sinti accusati di truffe ai danni di anziani.
Secondo quanto spiegato, i fermati avrebbero sempre agito a danno di persone anziane, indifese e vulnerabili, una delle quali addirittura costretta a deambulare con una stampella, prese di sorpresa e colpite all’interno delle proprie abitazioni o nelle immediate vicinanze di esse. Il gruppo avrebbe individuato le vittime, studiando le loro abitudini seguendole in banca e negli uffici postali dove ritiravano la pensione.
In base a quanto appurato, sono tre le persone arrestate questa mattina, 30 marzo a cui sarebbero state attribuite sette truffe commesse a danno di anziani nel periodo compreso tra il 21 settembre e il 4 dicembre 2017. La banda era composta da due uomini e una donna.
Durante le perquisizioni domiciliari, i Carabinieri avrebbero trovato il libro mastro dei truffatori: uno schedario con indirizzi, nomi, abitudini e handicap di persone anziane. I truffatori si sarebbero appostati vicino alle banche e uffici postali, dove avrebbero agganciato le vittime e le seguivano fino a casa. Qui entrava in scena la finta postina.
Le vittime sarebbero state fermate da una pseudo portalettere nell’androne di casa, che con la scusa di un pacco da ritirare le avrebbe poi strappato la borsa con la pensione o i soldi appena prelevati.
I consigli dei Carabinieri – Riuscire ad arginare le truffe non è semplice. Nelle prossime settimane nelle buche dei cittadini moncalieresi Over 65 arriverà un volantino distribuito dall’amministrazione comunale in collaborazione con i carabinieri con alcune precauzioni da adottare per non cadere nei tranelli dei malviventi. I militari dell’Arma consigliano: “È bene ricordare che il controllo delle utenze domestiche viene preannunciato con un avviso e se alla porta si presentano sconosciuti è sempre meglio non aprir, o quantomeno usare la catenella e farsi mostrare un tesserino. In ogni caso non bisogna mai consegnare denaro a persone estranee”.
Il rischio di cadere in trappola è molto alto anche fuori dalla propria abitazione:“Capita che anziani soli vengano fermati per strada da persone apparentemente distinte, ma bisogna sempre diffidare delle proposte estremamente vantaggiose. Quando si intuisce il pericolo bisogna sempre rifiutare con decisione, magari cercando di attirare l’attenzione dei passanti e contattare subito le Forze dell’Ordine”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here