Una Reliquia della Beata Enrichetta a Salsasio

La Madre Generale delle Suore di Sant’Anna ha disposto che venga consegnata alla Parrocchia nativa della Beata una Reliquia con annesso reliquiario per la venerazione da parte dei fedeli.

A poche settimane dalla festa della Beata Enrichetta Dominici, Superiora Generale delle Suore di Sant’Anna nativa di borgo Salsasio di Carmagnola, arriva una bella notizia per la parrocchia che a lei ha dedicato la nuova chiesa parrocchiale.
L’attuale successore della Beata, Madre Francesca Sarcià, Superiora Generale della congregazione delle Suore di Sant’Anna, ha disposto che venga consegnata alla Parrocchia Santa Maria di Salsasio una Reliquia di Madre Enrichetta con annesso reliquiario.
Si tratta di un frammento d’osso della Beata carmagnolese conservato all’interno di un reliquiario ornato ma al tempo stesso semplice, sullo stile di ciò che ha insegnato Madre Enrichetta: l’umiltà.
La Reliquia in questione è già stata esposta durante la festa della Beata a fine febbraio, ma finora era in possesso alla congregazione e conclusa la festa ritornava ad essere custodita nella casa madre della congregazione a Torino.
L’annuncio ai parrocchiani di Salsasio è stato dato da don Iosif durante le celebrazioni di domenica 28 febbraio.
Prossimamente, in occasione anche della festa della dedicazione della chiesa nuova “Beata Enrichetta” nel decimo anniversario della Consacrazione, verrà ufficialmente presentata ai fedeli e collocata in un’apposita urna protettiva all’interno della chiesa a lei dedicata.
Rimarrà quindi come segno di vicinanza al suo borgo nativo e sarà collocata in chiesa per la venerazione perpetua dei fedeli.
In alcune occasioni, come ad esempio durante i festeggiamenti del giorno della nascita della Beata, la Reliquia di Madre Enrichetta verrà anche portata nella chiesa antica del borgo, dove lei venne Battezzata con i nomi di Anna Caterina Maria.
Il parroco di Salsasio, don Iosif Patrascan, commenta: “Siamo molto felici di avere finalmente una Reliquia della nostra Beata. Non si tratta solo di un segno o di una decorazione, ma la sua presenza spirituale e in questo caso anche fisica, attraverso la sua Reliquia, in mezzo a noi, ci ricorda il nostro legame con lei, la nostra devozione e ci ricorda di seguire il suo esempio lavorando nella vigna del Signore in umiltà e amore verso di Lui”. Il parroco ringrazia anche le suore di Sant’Anna: “Voglio ringraziare la congregazione delle suore di Sant’Anna e la loro Madre Francesca per averci fatto questo regalo. È bello e importante che continui la collaborazione tra le suore di Sant’Anna, figlie spirituali di Madre Enrichetta e la nostra parrocchia che è il luogo in cui nacque la Beata”.
La Madre Generale delle Suore di Sant’Anna, attuale successore della Beata, Madre Francesca Sarcià, aggiunge: “La Congregazione delle Suore di Sant’Anna con gioia e gratitudine dona una Reliquia ossea della Beata Madre Enrichetta Dominici alla Parrocchia a Lei dedicata a Carmagnola Borgo Salsasio.
Ci sembra, infatti, fortemente significativo che nel borgo in cui la Beata nacque, dove fece i suoi primi passi, dove vide la luce del sole e sentì la fragranza della terra,  siano conservati e custoditi alcuni frammenti della sua esistenza terrena, che oggi come allora profuma di santità.
Le reliquie dei Santi non sono un talismano o un portafortuna. Sono la testimonianza reale, che la Santità è possibile per tutti. Non riguarda supereroi, ma persone umane normali in carne ed ossa, come era Caterina Dominici, come siamo tutti noi.
Auspichiamo, dunque, che la presenza della reliquia della Beata Madre Enrichetta a Salsasio sia per molti conforto, sostegno e aiuto nella preghiera e nel cammino quotidiano di santità. Guardandola, venerandola e chiedendo la sua intercessione, tutti noi possiamo dire in qualsiasi situazione concreta in cui ci troviamo: «la santità è anche per me»”.
Ivan Quattrocchio
Portavoce delle Parrocchie di Salsasio, Casanova e Vallongo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here