Valanga Val Formazza, salvi per miracolo due alpinisti travolti dalla neve

E’ successo sabato 25 gennaio nel primo pomeriggio. Tre sciatori milanesi si trovavano in alta Val Formazza, quando una valanga si è staccata proprio poco sopra il luogo dove camminavano, travolgendo due alpinisti della compagnia.

 

In base a quanto spiegato, i tre si stavano dirigendo al rifugio Maria Luisa, in val d’Ossola. Nonostante i bollettini meteo avversi, che davano un rischio valanghe “marcato” , i tre amici si sono avventurati sui monti commettendo di fatto un’imprudenza.

 

Quando la valagna si è staccata, secondo quanto ricostruito dal 118, i due alpinisti sono stati travolti immediatamente. A chiamare il soccorso alpino, l’amico che era con loro.

 

Sarebbe stato un colpo di fortuna a permettere ai soccorritori di trarre in salvo subito i due alpinisti. L’elicottero del soccorso alpino, infatti, era già in volo su quelle zone verso i campi sciistici di Ciamporino, per portare in ospedale uno sciatore ferito ad un ginocchio.

 

Grazie al congegno Arva impiantato sul velivolo, riferiscono i soccorritori, è stato possibile localizzare immediatamente i due milanesi dispersi. Sul posto sono poi accorsi immediatamente i volontari del soccorso alpino di Formazza e le unità cinofile antivalanga dei finanzieri del nucleo Sagf (Soccorso Alpino Guardia di Finanza).

 

Mentre i due amici venivano trasportati nell’ospedale Dea di San Biagio di Domodossola, i soccorritori hanno disposto la bonifica dell’area e accertato l’assenza di altri dispersi.

 

Attualmente, i due milanesi sono ricoverati all’ospedale di Domodossola. Uno dei due, che aveva riportato ieri dei chiari segni di principio di ipotermia, è stato subito stabilizzato dai medici. Entrambi rimangono comunque in osservazione.

 

Stupisce, riferiscono i soccorritori, la decisione dei tre alpinisti di avventurarsi a quell’altezza  (si trovavano infatti sopra i 2.000 m di altitudine), nonostante il comunicato dell’Arpa che metteva in guardia sulla situazione meteo sulle alpi piemontesi. Le autorità rinnovano l’invito alla prudenza.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sciatore morto Bardonecchia Torino, denunciati i fratelli

Incidente Sestriere Torino, ragazzina cade da seggiovia, è illesa per miracolo

Incidente montagna Bardonecchia, donna recuperata dal soccorso alpino della GDF

Sciatori salvati Monte Camino, portati a valle dal soccorso alpino

 Vera Prada