Valorizzazione sentieri collinari Torino, approvato protocollo d’intesa

moleE’ stato approvato, ieri mattina, dalla Giunta comunale il Protocollo di intesa fra l’Ente di Gestione delle Aree protette del Po e della Collina Torinese e la Città di Torino in relazione alla gestione e promozione dei sentieri.
Torino da oltre 15 anni svolge un’attività di valorizzazione dei sentieri collinari presenti sul proprio territorio, sia con il ripristino di sentieri esistenti, sia garantendo interventi manutentivi ordinari in collaborazione con l’Associazione Pronatura.

L’adesione di Torino, e degli altri comuni interessati dagli itinerari sentieristici della collina torinese, crea la condizione di una più efficace promozione della rete escursionistica locale e attraverso di essa per una valorizzazione del territorio secondo nuove forme di mobilità.

Con il protocollo approvato ieri mattina, su proposta dell’Assessore Enzo Lavolta, viene promosso l’inserimento dei tracciati dei sentieri della Rete negli strumenti di Pianificazione urbanistica, incentivando anche l’inserimento nelle normative dei PRGC e degli altri strumenti urbanistici locali, provinciali e regionali, misure per garantirne la manutenzione, a tutela e la gestione, nonché promuovere l’inserimento in altri piani a carattere strategico per l’area metropolitana torinese.

“Continua l’attività di pianificazione territoriale orientata alla difesa dal dissesto idrogeologico – ha sottolineato l’Assessore Enzo Lavolta – A vent’anni dall’alluvione che segnò profondamente il nostro territorio, l’approvazione di questo protocollo conferma che la prevenzione unita alla valorizzazione dei percorsi sentieristici sono una priorità per la nostra Città”

Inoltre, con l’intesa, verranno organizzati un evento annuale di presentazione delle attività collegato alla organizzazione di una traversata, la predisposizione di un calendario annuale di escursioni, la collocazione della rete in altre iniziative di promozione includendo le escursioni sentieristiche nei pacchetti di carattere turistico in collaborazione con Turismo Torino.

Il territorio della collina torinese e delle aree fluviali confinanti infatti rappresenta un’area che può essere candidata nei programmi di sviluppo della Rete Regionale Sentieristica, anche con progetti di promozione di specifici itinerari che possano essere oggetto di sostegno e promozione da parte dei fondi regionali e delle misure di sostegno dei fondi Europei.

L’Ente di Gestione delle Aree protette del Po e della Collina Torinese promuove da anni lo sviluppo di azioni di salvaguardia, sostenendo le attività di valorizzazione e riqualificazione dei contesti paesaggistici, culturali e naturalistici del territorio metropolitano in particolare nell’ambito del programma regionale Corona Verde nonché nei Piani Strategici dell’area metropolitana torinese.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

 

Leggi anche:

Aumento bollo auto riforma Renzi, scadenze, spiegazioni, info

Bonus 80 euro Renzi anche per disoccupati e cassintegrati, info, spiegazioni, come calcolarlo

Elezioni europee 25 maggio 2014, come si vota, elenco dettagliato liste, orari, info

Come funziona il bonus Renzi da 80 euro, tutte le spiegazioni del Decreto Irpef

Bonus Irpef Renzi, i punti del decreto spiegati uno per uno

Def Renzi, dal taglio dell’Irpef alla patrimoniale sulle rendite finanziarie. Di seguito tutti i punti del provvedimento

Massimiliano Rambaldi