Vendita magliette e biglietti concerto Red Hot Chili Peppers Torino, bagarini facevano affari d’oro

Tre persone, arrivate da Milano, Sondrio e Napoli, sono state denunciate dalla Polizia per i reati di contraffazione e ricettazione.

PoliziaNel corso del concerto della band americana Red Hot Chili Peppers che si è svolto in Torino, personale della divisione amministrativa della Questura di Torino, addetto ai controlli per il contrasto del commercio abusivo, ha sequestrato più di 150 magliette contraffatte con il logo e le scritte del gruppo musicale.
Secondo quanto spiegato, le magliette  venivano vendute ad un prezzo di 20 euro ognuna ed avrebbero fruttato un incasso di oltre 3000 euro.
Tre persone, un cittadino albanese e due italiani, arrivate da Milano, Sondrio e Napoli, sono state denunciate per i reati di contraffazione e ricettazione.
Sempre nel corso del medesimo servizio, sono stati sorpresi a vendere abusivamente (cosiddetto “bagarinaggio”) biglietti del concerto, tre individui, due dei quali giunti a Torino da Napoli. Ad ognuno è stata contestata la violazione amministrativa di euro 5167, con il contestuale sequestro dei biglietti.
Foto: wikipedia.org