Intervista a Gary Hoey, il guitar hero che vuole conquistare anche l’Italia

Gary Hoey Flag_016211Un chitarrista geniale, ma anche un uomo pronto a nuove sfide. E’ la definizione perfetta di un musicista come Gary Hoey che tra note e allegria progetta il suo tour in Europa. Una sfida che racconta a CronacaTorino, ma che soprattutto coinvolge un paese che molto ama: l’Italia. Attraverso le sue parole si scopre la voglia di esperienze sempre nuove e un uomo sognatore.

 

Buonasera signor Hoey e grazie per questa intervista. Cominci raccontandoci come la la vita sul pianeta Hoey

Grazie per l’intervista… E’ un vero piacere! Sono stato in tour con il Rock n Roll Fantasy Camp a Las Vegas come direttore musicale… Ho lavorato con grandi artisti come Joe Perry, Steve Morse, Vinnie Moore, Roger Daltrey, Cheap Trick e molti altri. Io vivo nel New Hampshire con mia moglie e 2 bambini entrambi suonano! Mio figlio è un chitarrista e mia figlia suona il pianoforte ed è una grande artista. La vita va davvero bene sul Pianeta Hoey!

 

Progetti per il futuro? Vedremo un nuovo album nel 2015?

Sto lavorando su un nuovo album Blues/Rock che uscirà quest anno e su un album di Natale. Sto anche lavorando ad un programma online per imparare a suonare la chitarra.

 

Hai collaborato con così tanti artisti e sempre con un grande successo. Qual’è il tuo segreto?

Mi piace lavorare con artisti che ammiro: Lita Ford, Dick Dale, Brian Setzer, Brian May, e molti altri. Non è tanto un segreto essere preparati, tutti gli anni spesi ad affinare il tuo mestiere ti preparano a tutto.

Io non sono solo un chitarrista, io sono un produttore, ingegnere, addetto al mixer, e mi piace lavorare in studio a nuovi suoni. E mi piace tirare fuori il meglio dalle persone. Good Luck è un lavoro duro sotto mentite spoglie.

 

Dove prendi l’ispirazione per le tue canzoni?

Dalla vita, non posso scrivere tutti i giorni, devo passare attraverso le cose e le esperienza… Da lì prendo ispirazione, ascolto molto il modo di parlare della gente per i titoli delle canzoni e poi li annoto.

Titoli come “All Most Over You” “Truth”, “If I Knew Then”, “Boss You Around” e “Only Human” provengono da conversazioni che ho avuto.

 

Hai avuto la fortuna di lavorare con Jeff Beck. Come lo descriveresti?

Lavorare e andare in tour con Jeff Beck è stato un sogno che si è avverato. Lui è il mio chitarrista preferito ed è stato un brivido di sentirlo suonare ogni sera. I tre eventi principali della mia vita sono:

1. Sposarsi e stare ancora insieme dopo 20 anni

2. Aver avuto un figlio e una figlia,

3. Il Tour con Jeff Beck.

Che cosa può esserci di meglio?

 

C’è un artista con cui ti piacerebbe collaborare?

Sì, mi piacerebbe lavorare con Eric Clapton e Katie Perry.

 

Cosa ti aspetti da questo 2015?

Sarà un grande anno, nuovi album ed un tour dell’Europa che include anche l’Italia. E sono molto contento di questo!

 

Qual’è, secondo te, il miglior album su cui hai lavorato?

Il mio primo album “Animal Instinct” è uno dei miei preferiti. La colonna sonora Endless Summer II e “Living Like A Runaway” di Lita Ford.

 

Un sogno di Gary Hoey?

Il mio sogno sarebbe quello di scrivere una canzone in grado di ispirare le persone perché si godano la vita e creino sempre più pace nel mondo. E’ tanto sdolcinato… Lo so.. (ride)

 

Cosa ne pensi dell’Italia?

Amo l’Italia, anche se non ci sono ancora stato. Sono molto impaziente di esibirmi da voi. Gli italiani che ho avuto modo di incontrare sono stati così piacevoli ed appassionati che li adoro. Amo il Chianti e la pizza di Napoli. Mi piacerebbe anche vedere il Colosseo, il Vaticano, il Canal Grande e la torre pendente di Pisa.

 

Ultima domanda: un messaggio per i fan italiani

Il mio messaggio è che non vedo l’ora di venire a visitare il vostro paese per suonare e cantare per voi.. Voglio vedere la storia, la cultura, l’arte, la musica, e condividere il mio amore per la vita con tutti voi. Auguro tutte le migliori cose e che Dio vi benedica e le vostre famiglie. Arrivederci per ora! GH

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Intervista a Ian Haugland Europe, il batterista norvegese si racconta a CronacaTorino

Intervista a John McCoy, il talentuoso bassista britannico si racconta a CronacaTorino

Intervista a Mick Box Uriah Heep, la leggenda dell’hard rock si racconta a CronacaTorino

Intervista a Steve Lukather Toto: “Vivo per la musica, la mia creatività e la famiglia”

 

Alessandro Gazzera