Intervista a Johnny Gioeli, il rocker si racconta a CronacaTorino

Johnny Gioeli racconta i progetti per il 2021, la sua musica e il profondo legame con l'Italia

Il rock energico di Johnny Gioeli arriva su CronacaTorino. Il cantante di New York, ma con cuore e sangue italiano, ha raccontato la sua musica durante la quarantena e i progetti per il futuro. La voglia di tornare presto in Italia e la speranza di tornare presto ai concerti.
Ecco cosa ci ha raccontato:
Ciao Johnny… Questo virus ci ha costretti a cambiare bruscamente le nostre abitudini. Come sta andando questo periodo?

Ciao fratello! Bene, tutto questo periodo fa davvero schifo per tante persone. Non conosco una persona che sia felice del virus!
L’unica cosa positiva è l’aver passato tempo di qualità con la mia famiglia e mi sono divertito a divertirmi “a casa”. Non sto troppo spesso qui e dunque è bello vedere come anche nei periodi più bui si riesca a trovare della luce.
Cosa sta succedendo sul pianeta Johnny Gioeli?
Sempre molte cose. La mia giornata inizia molto presto, a differenza della maggior parte dei musicisti. Mi alzo intorno alle 4:30-5 am ogni giorno e sono pronto per conquistare il mondo! Ho un sacco di lavoro in studio e settimana dopo settimana il mio piatto si riempie sempre di più. Lo adoro!
Sto preparando il Tour Massive per il 2021. Penso di averci passato circa 10 mesi sopra e questo può cambiare in un’ora. (ride) Non vedo l’ora di vedere le persone che si godono la musica. Spero davvero che tutto vada bene per il 2021.
Hai lavorato con tanti musicisti con la stessa passione e successo… Qual è il tuo segreto?
Il mio segreto è prendersi cura delle persone come si fa in famiglia non come musicisti e lavoratori. E lavoro solo con le persone che amo nel mio cuore. Ci sono musicisti fantastici in tutto il mondo, ma se non mi connetto correttamente con loro non lavorerò con loro. Quando vieni da un buon posto nel tuo cuore, le persone rispondono bene. È così che dovrebbe essere tutto il lavoro.
Come crei una canzone? da dove viene la tua ispirazione?
Ohhhhhhhhh…. Di solito sono ispirato da una melodia e poi il resto scorre… Ad esempio, se sentissi un po ‘di “musica triste”, l’emozione che dà il tono e l’ispirazione per quel pezzo musicale, sarebbe triste! Quindi, per me, l’ispirazione arriva facilmente finché la musica mi guida. Raramente mi vengono in mente prima i testi. Alcuni dei miei brani/testi/melodie scritti meglio provengono dallo stare seduti sul water. (ride) Non chiedermi perché, ma dico la verità! (ride)
Lavori con Axel Rudi Pell da molti anni, puoi spiegarci la chimica musicale che avevate insieme?
Axel è come un fratello. A volte lo ami e a volte lo odi, ma seriamente, è dal 1998 che lavoriamo insieme. Ci conosciamo molto bene e quindi le cose sono così naturali lavorando insieme. È come una macchina messa a punto.
Hai lavorato con Doug Aldrich su due album fantastici. Come è iniziata la collaborazione tra voi?
Ho incontrato Doug alla fine degli anni ’80. Ho sempre amato il suo stile e la sua personalità. Parliamo di un chitarrista straordinario e di una persona meravigliosa.
Progetto per il prossimo futuro? Forse un nuovo album per gli Hardline?
Oh yesss… Stiamo scrivendo il nuovo album di tanto in tanto e poi combineremo l’album “Life” con il nuovo album e il tour fino al 2022!! Siamo prontissimi!
C’è un artista con cui vorresti lavorare?
Sì, chiunque sia reale. Ad esempio… Ronnie James Dio era reale. Avresti potuto sederti e parlare con lui di qualsiasi cosa e poi guardarlo prendere il mondo a calci nel sedere e trasformarsi in dio del rock.
Siamo italiani. Hai ricordi speciali del nostro Paese?
Odio gli Italiani! Scherzo ovviamente perché sono italiano! Amo la mia eredità e amo poter stare ovunque in Italia. Ovviamente la band degli Hardline è tutta italiana… Mi prendono sempre in giro perché parlo male l’italiano, ma ci sto lavorando. (ride)
Ultima domanda: un messaggio per i tuoi fans italiani
Ciao! Ciao miei bellissimi amici! Spero che questo messaggio vi trovi sani e salvi. Mi mancate così tanto e spero che presto ci godremo la musica e ci divertiremo molto! Un abbraccio a tutti! (grazie Google!) Ahahaha
Un abbraccio a tutti – Johnny (Alessandro Gazzera)
Foto: Bjorn Carlsson

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here