Intervista a Lio Mascheroni, il leggendario batterista italiano si racconta a CronacaTorino

Uno dei simboli dell’heavy metal e dell’hard rock italiano è sicuramente lui: Lionello “Lio” Mascheroni. Classe 1960, nasce a Milano e milita nei Vanadium, nei Fire Trails e infine nei Rustless. Di seguito l’intervista di CronacaTorino:

 

Ciao Lio, da dove nasce la tua passione per la musica?

– Ma ciaoooooo, da dove nasce la mia passione per la musica?….eheheheh!,  bella domanda…

– La passione per la musica, secondo me potrebbe anche far parte del DNA di una persona… Nel mio caso, mio nonno aveva passione per la musica e suonava il violino, mio papà aveva passione per  la musica e suonava la fisarmonica e mia figlia suona la batteria e canta………….eheheheheh!

 

Quando hai deciso di fare il musicista?

– All’età di 12 anni….dopo  un tentativo con la chitarra, ( andato male…)

– Ho avuto l’occasione di sedermi dietro ad una batteria e da allora il suono dei tamburi e la ritmica mi hanno “posseduto”,  nel senso che ho trovato finalmente lo strumento che mi permetteva di sviluppare naturalmente la mia creatività artistica.

 

Ormai suoni da tantissimi anni, c’è un concerto che ricordi con
particolare piacere?

– Beh! Il concerto che mi porto sempre nel cuore è la prima data della tournee (con il secondo disco) dei  Vanadium  al Rolling Stone di Milano “IMBALLATO” per noi!!!

– Poi anche le tournee suonando in apertura a: il mitico Alvin Lee (Ten Years After), Motorhead  & Twisted Sister, Rod Stewart, Peter Frampton.

 

Una canzone a cui sei maggiormente legato?

– Don’t be looking back

 

I Vanadium hanno segnato un’epoca e oggi dai giovani son presi come
punto di riferimento: che effetto ti fa?

– Ne sono orgoglioso!!!!!! Anche dopo 30 anni,  quando risuono i brani dei Vanadium  con i RUSTLESS, noto con piacere  un forte e positivo interesse e di conseguenza  una nuova  (ri)scoperta  per i giovani Rockers Italiani!

 

Come nasce il progetto Rustless?

– Questo nuovo progetto nasce da una strana “magia”…Dopo le varie singole esperienze post Vanadium , il destino ha voluto  far ritrovare, rinnovare e rinforzare una forte amicizia tra me, Steve e Ruggy. E proprio da loro due è nata l’idea di formare i Rustless, stanchi di suonare cover nonostante l’ottimo riscontro ottenuto con il loro gruppo cover. Dopo avere chiuso l’esperienza Fire Trails, sono andato ad una loro serata, mi sembra agli inizi del 2008, e l’emozione di rivedere i miei compagni di una vita è stata fortissima!

– Capii che anche per loro era stato lo stesso e il rimettersi in gioco è stato naturale! Stefano in questi anni è sempre andato avanti a comporre  canzoni inedite mettendo le idee da parte  e aspettando il momento e le persone giuste. Il momento era arrivato! Dopo un primo album diciamo “sperimentale” a 2 voci,  con il nostro secondo lavoro, “Silent Scream”  siamo tornati alla formazione tipica hard rock. Con un disco più diretto, un proseguio più marcato del nostro sound. Ora stiamo lavorando al terzo album che è la naturale evoluzione della nostra sonorità

 

Prossimi concerti?

– 8 Giugno – Laveno Mombello – Motoraduno Motoclub Gemonio
– 22 Giugno – Cesano Maderno – Heineken Brianza Festival
– 23 Giugno – Lurate Caccivio (CO)

– Come ben sai non è facile suonare se non proponi un tributo o hai una cover band. Per fortuna con i Rustless, piano piano, stiamo ottenendo un discreto riscontro e stiamo riuscendo a invertire la tendenza dei pochi locali live rimasti, riuscendo a proporre il nostro repertorio.

 

Progetti per il futuro?

– Come ti dicevo prima, stiamo lavorando al nostro terzo disco come Rustless. Siamo a metà con le composizioni, speriamo di ultimarlo presto e farlo uscire in autunno. A breve presenteremo il primo singolo estratto, Summer rain, un brano fresco e orecchiabile.

 

Un saluto ai nostri lettori?

– Prima di tutto ti ringrazio davvero tanto per lo spazio concessomi. Per i vostri lettori ho una richiesta: mi raccomando fate di tutto per non fare morire la musica, andate ai concerti, supportate le band italiane, non fate spegnere la fiamma della passione! Ci vediamo in giro per condividere sogni ed emozioni con la nostra musica.

Ciao a tutti!

Lio

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Blues Brothers, trentacinque anni fa nasceva il mito

Intervista a Maurizio Lobina: dagli Eiffel, al mondo

Intervista Jeffrey Jey, il vocalist degli Eiffel si racconta a CronacaTorino

Alessandro Gazzera

Foto:vanadium.it